585519“Certo è triste morire; ma stimo più triste ancora portare nel tempo il fardello dei propri ricordi e delle amare esperienze raccolte: sentirsi decrepiti nel cuore mentre sul volto dura inalterata una menzognera giovinezza.”

H. Rider Haggard, Lei. La donna eterna (She: A History of Adventure, 1887), The Graphic, 1886/1887.

Scritto da Francesco La Manno

Blogger, recensore, saggista, curatore specializzato nello sword and sorcery; fondatore e presidente di Italian Sword&Sorcery e socio della World SF Italia.

Rispondi