Kull, per chi non lo sapesse, è una delle tante fortunate creazioni del nostro amatissimo Robert E. Howard e il padre spirituale del suo personaggio più famoso e celebrato, Conan.

Kull appare per la prima volta nel 1929 sulla celeberrima Weird Tales con il racconto The Shadow Kingdom (Il Regno Fantasma), il secondo dei 10 racconti scritti da Howard.

STORIA

Kull Valusia-a

Kull regna in pace ed armonia su Valusia ma ben presto dovrà fare i conti col proprio passato come esule di Atlantide.

Da questo continente ormai perduto giunge, in quel di Valusia, Heka-La, una strega dell’odio che annuncia la fine dell’umanità per mano di un Re selvaggio e violento.

Kull è quindi deciso ad affrontare questo demone del passato che dice di averlo marchiato, di essere lui quel Re distruttore. Ma per scoprirlo dovrà tornare nella sua terra natale: Atlantide!

Ai testi troviamo David Lapham che scrive una nuova avventura per il nostro barbaro atlantideo, ormai sposato e a capo di una terra ricca e civilizzata come Valusia, ma sempre pronto per sguainare la spada e salpare verso l’ignoto guadagnandosi una nuova cicatrice.

Con una prosa efficiente e una sceneggiatura frizzante ma mai fuori tema, Lapham prende a piene mani dall’universo e dalla storia del personaggio, trattandolo con rispetto, secondo le regole del genere Sword and Sorcery.

La strega sfrutta il conflitto tra gli uomini e la fame degli spiriti a suo favore, l’eroe combatte a suon di muscoli e spada, conscio che la civiltà è un momento passeggero e che la vita è barbarie e bisogna combatterla sino a quando si ha fiato in corpo.

Ovviamente in questa storia si mescolano il passato del personaggio, che si lega profondamente con il futuro del mondo, e la sua missione presente ostacolata da più parti.

DISEGNIKull Valusia-b

Gabriel Guzman è alle matite, coadiuvato da Mariano Taibo, per gli inchiostri e Dan Jackson ai colori.

Guzman si mantiene sugli standard della Dark Horse, per quel che riguarda le opere di Howard. Pone grande attenzione all’anatomia dei personaggi, e al mondo fantastico nel quale si muovono lasciando ampio spazio ai colori emotivi di Jackson che determina con efficacia i toni e i tempi del racconto.

La copertina è invece ad opera di Tom Fleming.

Il fumetto quindi sia sul versante della storia e della sceneggiatura sia per i disegni si rivela essere una buona lettura, ma nulla di eclatante.

COMMENTO FINALE

Consigliato ai completisti e ai fanatici di questo personaggio, ma per tutti gli altri basterà una lettura per abbandonarlo e ripiegare su altre storie a fumetti di spada e stregoneria ben più esaltanti.

Questo fumetto potete trovarlo in 2 differenti edizioni:

  1. Edizione Panini Comics a 11€, 96 pagine a colori su carta lucida nell’originale formato comics americano (17×26).
  2. Edizione Editoriale Cosmo a 4,90€ sempre 96 pagine a colori ma formato bonellide (16x21cm) con conseguente carta porosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...