“Oh Agonistes, oscuro salvatore, trasformami a immagine degli incubi dei miei nemici. Disponi della mia carne come materiale per incidere le loro paure; fa’ che il mio cranio diventi una campana che risuoni del tocco della loro morte. Dammi una canzone da cantare, quella della loro disperazione, e fa’ che si sveglino e mi trovino a cantarla ai piedi del loro letto. Disfami, scioglimi, trasformami. E, se non puoi fare questo per me, Agonistes, fa’ che io sia escremento; oppure niente, e meno che niente. Perché voglio essere il terrore dei miei nemici, o l’oblio. La scelta, Signore, è tua.”

Clive Barker, Anime torturate: La Leggenda di Primordium (Tortured Souls – The Legend of Primordium, 2001),  McFarlane Toys.

Scritto da Francesco La Manno

Blogger, recensore, saggista, curatore specializzato nello sword and sorcery; fondatore e presidente di Italian Sword&Sorcery e socio della World SF Italia.

Rispondi