“O Regina, che porti la luce, dea dalle corna di toro, notturna, che tutto vedi, che in cerchio cammini, che ami le veglie, che cresci e che manchi, produttrice, venturosa, raggiante, proteggi i tuoi supplici, accogli ne’ tuoi misteri.”

 

Gabriele D’Annunzio, Cabiria: visione storica del III secolo a.C., Itala film, 1914.

Facebook Comments

Scritto da Francesco La Manno

Blogger, recensore, saggista, curatore specializzato nello sword and sorcery; fondatore e presidente di Italian Sword&Sorcery e socio della World SF Italia.

Rispondi