the-witcher-3-village-fire-wallpaper.jpg

Il villaggio è in fiamme.
Le fiamme illuminano la notte.
Dall’altopiano, coloro che sono rimasti vivi, assistono allo spettacolo del fuoco.

Vuslat è in piedi, di fianco al suo akal-teke. Le sue dita stringono lo yatagan: la lama trema.

I suoi capelli lunghi: ferite invisibili sul volto estatico.

Si avvicina Oyun. Il suono dei suoi passi si confonde con il crepitare delle fiamme.

Oyun chiede udienza come è uso tra i levrieri del deserto.

« E adesso? Ora che il villaggio brucia, che facciamo?»

Gli occhi di Vuslat riflettono la luce e non sono più quelli di un ragazzo, ma quelli di un uomo.

« Cos’è quel fuoco? Te lo sei mai chiesto, Oyun?»

« Sono gli spiriti della terra, risvegliati dagli uomini, che adempiono al loro destino. Ardono, ruggiscono, e si estinguono quando tutto è compiuto.»

« E la luce? Quella luce che emana, da dove viene?»

« Vuslat, io sono un levriero del deserto come te, non un gatto di Van.»

« Sai contare Oyun?»

« Uno, due, molti.»

« Aspettiamo che il destino si compia. Poi ci aspetta l’ovest: altri villaggi, città, terre lontane.»

« Vuslat, il volere del kagan è che si ritorni al pascolo. Abbiamo fatto ciò che c’era da fare.»

« In quanti sono morti, Oyun?»

« In due e ancora uno.»

« Quindi tre. Ora conta.»

« Uno, due, molti.»

« No. Uno, due, tre

« Uno, due, tre… molti.»

« Quante donne hai fatto tue questa notte, prima di tagliar loro la testa?»

« Molte.»

« Contale.»

« Una, due… tre, molte.»

« Oyun, non bisogna avere la preveggenza di un gatto di Van per capire che ogni cosa che riesci a contare diventerà tua. Ne fai tuo anche lo spirito.»

« Solo lo sciamano può far suoi gli spiriti della terra e il solo kagan ne è custode. I levrieri come noi non ne sono degni.»

« Osserva Oyun. Osserva le fiamme. Chi le ha generate? Siamo stati noi. Abbiamo fatto noi tutto questo. Dov’è adesso, il kagan? Dov’è Garmaa, mentre i nostri occhi assistono allo spettacolo degli elementi? Quella luce è nostra, osservala fino a quando la notte non la inghiottirà.»

Oyun tace e osserva. Pensa.

Conta le lingue di fuoco che anelano le stelle. Mentre ne sta osservando una, due, tre, molte altre nascono e altre si spengono e altre ancora si moltiplicano e altre si uniscono e si dividono. E i suoi occhi guizzano da una punta di fuoco a un’altra: feroce, egli cerca di contarle tutte. Proprio come ha detto Vuslat: se ci riuscirà capirà l’origine di quella luce, e la farà sua.

Dall’altopiano, Oyun e Vuslat contano le fiamme.

Coloro che sono rimasti vivi, aspettano che Vuslat dia loro nuovi ordini.

Mentre il villaggio brucia, loro aspettano.

Intanto, dall’altra parte della notte, un emiro muore, un gatto rantola e una torre crolla.


ABBONATI SUBITO A ITALIAN SWORD&SORCERY

L’Associazione Culturale Italian Sword&Sorcery apre la campagna abbonamenti valida per il 2018.

Ai nostri stregoni e spadaccini offriamo:

  • nr. 4 volumi in formato digitale, prodotti nel corso del 2018 da Italian Sword&Sorcery Books nei quali saranno pubblicati i migliori autori italiani di sword and sorcery (tra cui Pirro il distruttore di Angelo Berti, Mediterranea e Le Cronache del Sole Mortale di Alberto Henriet, Byzantium di Andrea Gualchierotti e Lorenzo Camerini;);
  • nr. 5 contenuti premium sul nostro sito come racconti, saggi e articoli di approfondimento a cui potranno accedere solo gli abbonati con password.

Con soli € 19,90 (pagabili tramite PayPal) potrete ricevere tutto questo.

Cosa aspetti? Clicca il logo qui sotto e abbonati!⬇⬇⬇


OPPURE ACQUISTA SUBITO LE CRONACHE DEL SOLE MORTALE DI ALBERTO HENRIET

Cronache_del_Sole_Mortale-ridottoSkyllias, eroe solare di Micene, visita il misterioso Impero Oscuro di Creta, temuto nell’intera area geografica del mare Egeo, e scopre che è dominato dalla stregoneria. Axis, scienziato e negromante, è il nuovo sovrano di Knossos, e tiene prigioniera la regina Hesta. Inizia in questo modo una sorprendente avventura, ambientata in un’età minoica di fantasia. E Skyllias, prima di poter fare ritorno a Micene, dovrà confrontarsi con il mistero del Minotauro e affrontare Kedmos, il Campione di Creta.

Con i saggi di Francesco La Manno e Lorenzo Pennacchi.

Illustrazione di Andrea Piparo.

Collana Polifemo n.3

Settembre 2018 – formato digitale – 125 pagine

Prezzo 4,99 euro

ACQUISTA SUBITO LE CRONACHE DEL SOLE MORTALE SUL NOSTRO STORE

ACQUISTA IL VOLUME SU AMAZON

 

Scritto da Giuseppe "Dark0" Franco

Scrittore, sceneggiatore e docente di Narrazione per Immagini presso l'Università Popolare di Torino. Tiene corsi di Scrittura Creativa per ragazzi e adulti. Regista di cortometraggi, videoclip. Ideatore, curatore e responsabile di riviste e fanzine. Suoi racconti sono stati pubblicati su antologie edite da Feltrinelli e Giulio Perrone Editore.

Rispondi