Ben ritrovati avventurieri!

Chi di voi ci ha seguiti la volta scorsa, e quella ancora prima sicuramente ricorderà che avevamo iniziato a parlare degli “stereotipi” del genere Sword and Sorcery che così tanto ci appassiona.

Se invece siete arrivati solo ora, non preoccupatevi. Soddisferete le vostre curiosità a tempo debito. Ora incamminiamoci, un lungo viaggio attraverso i luoghi comuni dello Sword and Sorcery ci attende!

feb84b5229bfc69df544eeb013dfe744.jpg

Stereotipi ricorrenti – parte #3

  • “Buono” non vuol dire “Gentile”. Per quanto possa sembrare strano, i “buoni” in un mondo Sword and Sorcery in genere non sono campioni di buone maniere. A seconda del contesto e del setting possono essere rudi, scontrosi, taciturni, o esplicitamente violenti. Le motivazioni che possono spingerli a un tale comportamento sono differenti, ma la più iconica è probabilmente la seguente: l’eroe non vuole affezionarsi a nessuno, poiché questo significherebbe esporre i suoi cari a pericoli mortali.
  • Sacrifici Umani. Nei mondi S&S c’è sempre da aspettarseli. Le Arti Oscure (vedi) richiedono molto spesso un tributo di sangue e un sacrificio umano è spesso la via migliore per stringere patti con Demoni o altre creature sovrannaturali. Il topos più frequente è : ragazza vergine, incatenata alla roccia per quietare la rabbia del Dio Vulcano. I sacrifici umani hanno anche prerequisiti strettissimi e necessitano di un’esecuzione perfetta, altrimenti le conseguenze saranno catastrofiche!
  • Homo homini lupus. Nei mondi S&S, non c’è mai da fidarsi troppo. Appena le condizioni generali scendono sotto il livello di “benessere”, tutti si scagliano gli uni contro gli altri pur di sopravvivere. Gli eroi lo sanno bene, e non si fidano neppure dei loro stessi familiari coi quali spesso intraprendono vere e proprie faide per il potere. Anche per questo motivo i “gruppi di avventurieri” non durano a lungo: meglio andare all’avventura da soli piuttosto che postarsi un potenziale nemico appresso.
  • La Magia è il male. Arte Oscura per eccellenza, la magia nei mondi Sword and Sorcery è sempre (e spesso SOLO) nella sua versione “nera”. La magia conferisce enormi poteri, ma inevitabilmente corrompe chi la utilizza, che finisce per manovrare energie “più grandi di lui” fino ad esserne distrutto, trascinando molti altri con lui nell’abisso della perdizione. Per questo motivo, nei mondi S&S è sempre valida l’equazione stregone = malvagio.
  • Orgogliosa Stirpe Guerriera. Nei mondi S&S ce n’è sempre almeno una. Gli appartenenti a questa stirpe credono che combattere sia la forma di realizzazione personale più nobile che esista, pertanto cercano sempre nuove battaglie. Creano spesso una forte dissonanza morale nel lettore, a meno che non si tratti del protagonista (come ad esempio Conan). Se non c’è uno stregone malvagio da abbattere, un appartenente alla orgogliosa stirpe guerriera è un ottimo avversario finale per gli eroi S&S.
  • Guerra è sinonimo di gloria. A differenza dei romanzi realisti (che mettono in risalto il lato triste dei conflitti bellici), nei mondi S&S la guerra è un evento portentoso, portatore di gloria e fama immortale. Gli Eroi S&S bramano la guerra, si eccitano in battaglia e (per dirla alla Nietzsche) diventano più forti dopo ogni scontro. La guerra per loro è la madre degli Eroi. Gli Eroi S&S non sono paladini pronti ad immolarsi per il Bene supremo, ma riconoscono il “valore” della guerra come maestra di vita e preferirebbero morire in battaglia piuttosto che fra mille lussi.

Direi che siamo finalmente giunti alla fine del nostro viaggio. Fate tesoro di questa conoscenza. Rileggete i Maestri dello S&S e divertitevi a ritrovare gli Stereotipi e magari apprezzate come ognuno di loro abbia reinterpretato gli stereotipi in chiave personale.

A presto!


ABBONATI SUBITO A ITALIAN SWORD&SORCERY

L’Associazione Culturale Italian Sword&Sorcery apre la campagna abbonamenti valida per il 2018.

Ai nostri stregoni e spadaccini offriamo:

  • nr. 4 volumi in formato digitale, prodotti nel corso del 2018 da Italian Sword&Sorcery Books nei quali saranno pubblicati i migliori autori italiani di sword and sorcery (tra cui Pirro il distruttore di Angelo Berti, Mediterranea e Le Cronache del Sole Mortale di Alberto Henriet, Byzantium di Andrea Gualchierotti e Lorenzo Camerini;);
  • nr. 5 contenuti premium sul nostro sito come racconti, saggi e articoli di approfondimento a cui potranno accedere solo gli abbonati con password.

Con soli € 19,90 (pagabili tramite PayPal) potrete ricevere tutto questo.

Cosa aspetti? Clicca il logo qui sotto e abbonati!⬇⬇⬇


OPPURE ACQUISTA SUBITO LE CRONACHE DEL SOLE MORTALE DI ALBERTO HENRIET

Cronache_del_Sole_Mortale-ridottoSkyllias, eroe solare di Micene, visita il misterioso Impero Oscuro di Creta, temuto nell’intera area geografica del mare Egeo, e scopre che è dominato dalla stregoneria. Axis, scienziato e negromante, è il nuovo sovrano di Knossos, e tiene prigioniera la regina Hesta. Inizia in questo modo una sorprendente avventura, ambientata in un’età minoica di fantasia. E Skyllias, prima di poter fare ritorno a Micene, dovrà confrontarsi con il mistero del Minotauro e affrontare Kedmos, il Campione di Creta.

Con i saggi di Francesco La Manno e Lorenzo Pennacchi.

Illustrazione di Andrea Piparo.

Collana Polifemo n.3

Settembre 2018 – formato digitale – 125 pagine

Prezzo 4,99 euro

ACQUISTA SUBITO LE CRONACHE DEL SOLE MORTALE SUL NOSTRO STORE

ACQUISTA IL VOLUME SU AMAZON

Scritto da Gilbert Gallo

Come ogni aspirante supereroe che si rispetti, anche Gilbert ha una doppia identità. Di giorno regala sorrisi grazie ai suoi superpoteri di guarigione mentre di notte crea fantastici universi nei quali si muovono personaggi incredibili che vivono mirabolanti avventure. Si dedica da svariati anni alla scrittura di manuali, settings e avventure per giochi di ruolo. Al momento collabora con numerosi editori Italiani ed Esteri come freelance e sia nell’ambito dei giochi di ruolo che in quello dei giochi da tavolo. Nell’ambito dei giochi di ruolo è autore di più di 20 titoli pubblicati in varie lingue (Italiano, Inglese, Polacco), fra i quali ricordiamo: Editori Italiani Cyberpunk V3 edizione Italiana (Stratelibri, 2008) Sole d’Acciaio – mini-setting per Musha Shugyo (rivista IoGioco #5 2018) Darkmoor – regolamento e setting originale (Acchiappasogni, 2015) Mythos – regolamento e setting originale (Rose and Poison, 2007) Editori Esteri Buccaneer: Through Hell & High Water (Yellow Piece and Fabled Environments, 2017) Olympus Inc. – (Fabled Environments, 2017) Mythos – versione E.G.S. (Mystical Throne Entertainment, 2015) Mythos – versione Savage Worlds (Mystical Throne Entertainment, 2013) Voodoo Pirates – (GRAmel, 2015) Kung Fu Adventurers! – (GRAmel, 2016) Oltre a numerosissime avventure e svariati setting books, ha creato diversi sistemi di gioco “originali” per giochi di ruolo tabletop. Due sono stati pubblicati (Mythos edizione Italiana e GilDar di Wip Edizioni) e gli sono valsi il primo premio del GDRItalia contest del 2007.

Rispondi