Pubblichiamo il comunicato de “Il Secondo Tragico Schiaffantasi”, nuovo concorso di narrativa dell’immaginario organizzato da Ignoranza Eroica.


44685220_345473339522143_1444697247412387840_n.jpg

«Il fantasi di meNare un genere insano, ma alla portata di tutti.

Il Fantasi di meNare teme ma non rispetta.

Promette, ma non mantiene.

Non vi ama, ma vi stima moltissimo.

E, soprattutto, richiede grande ignoranza ed eroismo nel suo lavoro.»

«E invece l’urban?»

«Uuuh… roba da elfi…»

«Eeeee il grimdark?»

«Bè, Abercrombie…»

«Abe cosa?«

«Abeeeh, un vomito…»

«Ah… Lei: all’ultimo Schiaffantasi terzo si classificò Della Rossa, secondi Gonnella e Korami e… primo?»

«Primo… Levi!»

«Schieffa…»

«Schiaffen…»

«Schieffentasy!»

«SCHIAFFANTASI, IMBECILLI!»

Mettiamo subito in chiaro una cosa: qui l’importante non è partecipare, l’importante è meNare!

SPECIFICHIAMO:

I racconti non devono superare la lunghezza DI 25 cm, pardon, 25.000 battute, PENA LA DIGESTIONE IMMEDIATA. Senza possibilità di appello.

Tema della giostra sarà… sarà… sarà…

 

L’AMORE AI TEMPI DEL MENARE.


Romance di meNare, dunque.

Hardmony.

Roba dura, roba inedita.

I racconti potranno essere ambientati in qualsiasi periodo storico, da un passato remoto a un futuro lontano, di qualsiasi genere vogliate, weird, noir, western, fantasi, grimdark, steampunk, postapocalittico, pulp, fantascienza, cyberpunk, horror, e ci siam capiti, purché sia de-genere, insomma. Gli elaborati dovranno contenere almeno un elemento sovrannaturale e dovranno essere AMBIENTATI IN ITALIA o in mondi/luoghi che la richiamano.
Molto apprezzata l’ibridazione tra generi.

MODALITÀ D’ISCRIZIONE:

Per iscriversi occorre inviare alla mail giacomo.j.sensolini@gmail.com il racconto con cui intendete partecipare in allegato ad una vostra mostruosa foto ricordo con in mano una copia cartacea o digitale dell’aNtologia per eccellenza: “N di meNare” edita da LETHAL BOOKS, che potrete reperire direttamente dai malvagi magazzi di Amazon.

 

IMPORTANTE: NIENTE FOTO, NIENTE CONCORSO.

 

(NOTA DELL‘IGNORANTE: È molto importante che leggiate “N di meNare” per capire quello che cerchiamo. Niente volgarità e amenità gratuite, niente roba che ricalchi pedissequamente Fantozzi o i film di Bud Spencer, anche se potrebbe sembrare il contrario. Leggendo N di meNare potrete capire cosa intendiamo realmente per fantasi di meNare.

Nessuno vi vieta di proporre qualcosa di totalmente nuovo dalle nostre pubblicazioni. Il contrario.

 

I racconti pervenuti entro e non oltre il 19/1/19 (prima li mandate, meglio è, coglionazzi!) verranno sottoposti a una prima scrematura, e 5 di essi arriveranno nelle mani della gran giuria presieduta dal Dott. Ing. Zodd. Natural. Prestanom. Om. Dimmerd Gran. Zweilaw Gabriele Campagnano, che emetterà, nel giorno di San Valentino, i seguenti e inappellabili gradi di giudizio:

-Dal VI a scendere: MERDASY

-V Classificato: COGLIONAZZO DELLA PAROLA

-IV Classificato: RAGIONIERE DELLA FRASE

-III Classificato: SCRIBACCHINO MOLTO UMANO

-II Classificato: DUCA CONTE DELLA TRAMA

-I Classificato: MEGASCRITTORE NATURALE

Il vincitore avrà il servile privilegio di vedere il proprio elaborato pubblicato nell’antologia N di meNare 2, dal titolo: L’AMORE AI TEMPI DEL MENARE, ovviamente senza alcun diritto di pubblicazione o pretesa di decima.

(Ci riserviamo di selezionare più di un elaborato.)

Viceversa, i perdenti verranno trasferiti ad aeterno nelle miniere di Moria, frazione di Carbonia, e qui impiegati come allunga-piselli per i Balrog.

 

La megaditta di IGNORANZA EROICA dichiara aperto IL SECONDO TRAGICO SCHIAFFANTASI!

Scritto da Francesco La Manno

Saggista, curatore, editore, conferenziere e cultore di narrativa dell'immaginario specializzato nello sword and sorcery; fondatore e presidente dell'Associazione Culturale Italian Sword&Sorcery e socio della World SF Italia. I suoi saggi sono stati pubblicati da varie case editrici tra cui Solfanelli, Watson, Ailus e Letterelettriche. Scrive su L'intellettuale Dissidente e su alcune riviste tra cui Dimensione Cosmica e Lost Tales. Oltre alle pubblicazioni tradizionali, su siti e blog specializzati sono apparsi oltre duecento suoi articoli, recensioni e saggi.

Rispondi